Archivi tag: fstab

Assegnare / cambiare il nome di una partizione (etichetta)

Oggi ho giocato molto con le mie memorie esterne, comprese quelle dei vari telefonini che ho per casa, ed ho riscontrato la necessità di fare un po’ di ordine nel modo in cui esse vengono viste e gestite da linux.

In particolare, mi sono reso conto che diventa semplice confondersi tra una partizione ed un’altra quando le si identifica montandole a mano da terminale, perchè ci si lascia ingannare dal nome del dispositivo /dev/sd[x] che magari quell’unità aveva prima di riavviare..ma nel frattempo era stata collegata un’altra pennetta.. e tac.. partizione formattata per sbaglio, sudori freddi e recupero dati condito di bestemmie varie… mai visto questo film? Per non parlare poi di cosa succede quando i nomi dei dispositivi cambiano dopo un riavvio per aggiunta di una pennetta e il vostro bel /etc/fstab comincia a montare le partizioni sbagliate al posto sbagliato.. orrore e raccapriccio!

Ma adesso svegliatevi, l’incubo è finito..

Se anche voi amate il vostro demone hal che vi monta le partizioni cliccandoci sopra stile windows da risorse del computer, saprete che hal monta tutto in /media creando una sottocartella che ha il nome dell’etichetta o del nome, che dir si voglia, della partizione montata. Si pone quindi il problema di come si cambiano/assegnano i nomi alle partizioni.

A digiuno a riguardo, pensavo di poterlo fare tramite cfdisk. Acqua.. il discorso è un pelo più complesso, dipende essenzialmente dal filesystem della partizione in questione.

Se la partizione è di tipo ext2 o ext3, il comando da usare è:

e2label /dev/sd[x][k] nuovaetichetta

Se la partizione è di tipo FAT16, FAT32, ecc

mlabel /dev/sd[x][k]:nuovaetichetta

Se la partizione è di tipo NTFS:

ntfslabel /dev/sd[x][k] nuovaetichetta

dove x è la lettera che contraddistingue il disco e k il numero della partizione. Se non sapete che numero abbia la partizione usate:

cfdisk /dev/sd[x] 

ntfslabel si installa con il pacchetto ntfsprogs (pacman -Sy ntfsprogs), mlabel fa parte invece di mtools.

Ci potrebbe essere bisogno di assicurarsi che la partizione di cui si cambia l’etichetta sia montata piuttosto che smontata, ma per questo vi rimando al manuale dei singoli comandi (man nomecomando).

Se la vostra Arch Linux è capricciosa e vi fa montare le partizioni solo come utente root, aggiungete il vostro utente al gruppo storage con questo comando:

sudo usermod -G storage -a nomeutente

Spero che questo bignamino sia utile a qualcuno, sicuramente farà risparmiare molto tempo a chi come me si ponga per la prima volta questo problema, e da quello che ho potuto vedere è forse il primo riassunto completo in rete. Per cui quando inserite la vostra chiavettina e ve la trovate bella e pronta in /media .. senza esservi sbattuti a cercare sui forum dove qualcuno non trova di meglio da fare che editare i file in xml di hal… pensatemi!