Stupri, intercettazioni e giornalisti asini

Apprendo da corriere.it che sono stati presi i cinque stupratori che hanno sorpreso una coppia in auto a Guidonia, picchiato e rinchiuso nel bagagliaio lui ed abusato di lei.

Mi fa anche piacere che l’articolo sottolinei l’importanza delle intercettazioni telefoniche, senza le quali non si sarebbe arrivati all’arresto. Lo stupro evidentemente deve diventare un reato con pena superiore ai dieci anni, o equiparato al terrorismo.. vero Silvio?

Lo stupro è un crimine vecchio quanto l’umanità, come l’omicidio ed il furto. Dei tre è sicuramente quello che detesto di più..

Nell’articolo, comunque, rimane spazio per uno strafalcione. Il giornalista parla di “cellule”,  le aree di copertura in cui si suddivide il territorio per le reti radiomobili si chiamano “celle”.

E in tema di celle, per questi bastardi, spero che ci passino molto tempo..

Update: ancora..

http://www.corriere.it/cronache/09_febbraio_01/stupro_gruppo_coppia_sequestrata_romeni_07e01676-f057-11dd-8264-00144f02aabc.shtml

Ora voglio sentire cosa si inventeranno.. magari andare in un pub e fare l’una di notte è un modo come un altro per andare a cercarsela, tipo stare un po’ da soli in campagna no?

Annunci

2 pensieri su “Stupri, intercettazioni e giornalisti asini”

  1. Ultimamente pare che le celle facciano più paura ai politici che agli stupratori…gli italiani, quelli “medi”,sono pieni di difetti, ma non sono mai stati indifferenti agli stupri. Siamo alla frutta Silvio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...